Geomanzia tibetana e il mandala - Capitolo 7

l mandala e la Geomanzia Tibetana.

Visita la nostra pagina Facebook, dove potrai trovare tante musiche rilassanti da unire alla tua dieta sana ed equilibrata! Puoi trovarla a questo link



Quando si parla di feng shui sono poche le persone che sanno di cosa si tratta.

Tuttavia spesso lo sentiamo nominare magari in una trasmissione televisiva, in un episodio di una serie tv o lo troviamo menzionato in un libro.

Perfino lo Chef Cannavacciuolo si è avvalso di una esperta di Feng Shui per il suo Bistrot di Torino.

Il feng shui è abbastanza noto.

È ancora più raro però che si conoscano i suoi cugini di altre nazionalità.

Oggi voglio introdurre la Geomanzia Tibetana.

Il mandala e la geomanzia tibetana


La Geomanzia Tibetana

Nota anche come “Sa- Che” che significa “analisi della terra” la geomanzia tibetana è l’arte di analizzare gli ambienti per armonizzarli con la vita umana.

Niente di diverso da quello che si prefigge l’arte del feng shui.

Tuttavia la geomanzia tibetana comprende molti più ambiti, andando dall’ambiente e l’architettura fino alla medicina e all’agopuntura.

Naturalmente nel corso di qualche articolo vedremo gli aspetti relativi all’ambiente e li osserveremo in relazione con i suggerimenti del feng shui per vederne le similitudini e le differenze.

Per me è sempre magico quando metodi diversi di culture diverse raggiungono conclusioni simili per cui penso che sia molto interessante nella nostra scoperta del feng shui estendere la nostra curiosità anche ai suoi cugini e quindi al Sa-Che.



Quattro uomini tibetani erano alla ricerca della conoscenza sulla geomanzia.
Durante il loro viaggio, arrivarono al lago Manasarovar sul Monte Kailash. Improvvisamente una mucca emerse dalle onde del lago e caricò lo yak degli uomini. Uno di loro colpì la mucca e la seguì fino alla riva del lago. lì apparve una donna naga, il suo nome era Dorje Lumo. Gli uomini si scusarono e le offrirono oro e sabbia. Una volta che ebbe accettato le loro scuse e le loro offerte, le chiesero di insegnare loro la geomanzia. Attraverso l’uso della sabbia gli trasmise la conoscenza del Sa Che. La donna naga formò con la sabbia colline e montagne, posizionò pietre e mostrò loro fiumi e laghi. Parlò loro di 360 punti importanti”

Il Sa-che viene tramandato oralmente di maestro in discepolo. Per approfondire: Sache, la scienza tibetana.


Il Mandala

Il mandala e la geomanzia tibetana

Il mandala è una figura geometrica più o meno complessa che ha diversi ambiti di applicazione, dalla meditazione, all’interpretazione delle leggi della natura fino alla geometria degli spazi abitativi.

Nel Sa Che il mandala è il riferimento geometrico per capire lo spazio di vita perfetto.

Il luogo ideale in cui l’energia del sole e quella della luna sono perfettamente bilanciate.

Piante, minerali, fonti e colline si trovano nel posto giusto. E’ il simbolo dell’armonia fra gli esseri umani, lo spazio vitale, l’ambiente, le piante e gli animali.
La disposizione degli elementi del mandala applicato all’abitazione è leggermente diversa da quella del feng shui ma lo scopo è il medesimo.



Non approfondirò ora l’orientamento e gli elementi nella geomanzia tibetana perché questi argomenti richiedono molto spazio e soprattutto perché non vogliamo confonderci mettendo troppa carne al fuoco.

Ma in questa introduzione alla geomanzia tibetana voglio affrontare un ultimo punto, un concetto che mi ha colpito molto durante la lettura del libro Sache, la scienza tibetana.

Il mandala esiste prima di tutto nella nostra mente.

Secondo la saggezza della geomanzia tibetana il mandala, ovvero il giusto equilibrio di tutti gli elementi e energie, esiste anche nella nostra mente.

Il mandala dell’ambiente influenza quello della mente e quello del corpo.

Tuttavia il nostro mandala mentale è più potente.

Per intenderci, un essere di grande levatura spirituale come il Buddha, potrà vivere in una grotta priva di ogni accortezza relativa all’orientamento e all’arredo eppure il mandala di quella grotta sarà perfetto. Per capirci, l’ordine mentale di una mente elevata e pura può alterare l’energia di un luogo e quindi il suo feng shui.

Questo concetto lo abbiamo visto nell’idea della similutidine dove un giardino in miniatura ricrea l’energia e i benefici di un giardino reale (se non hai letto l’articolo sul giardino lo trovi qui)



Il mandala e la geomanzia tibetana

Accade perché la realtà che viviamo è la manifestazione della mente universale di cui ogni nostra mente fa parte.

Per tanto anche se non ci troviamo nelle circostanze perfette, se le colline intorno a noi non sono disposte nel modo ideale, se i nostri vani o la struttura della nostra abitazione limitano il nostro potere di intervento sul piano fisico e altri fattori che possono impedirci di lavorare per avere un ambiente migliore, non dobbiamo cadere in frustrazione.

La nostra mente, se equilibrata, serena e in ordine influirà sul nostro ambiente compensando le carenze di quest’ultimo.

Per fare un esempio pratico: può essere che l’orientamento della vostra porta d’ingresso non sia nella condizione perfetta per attrarre fortuna e ricchezza, anzi, potrebbe trovarsi in una condizione sfavorevole (come ho parlato in questo articolo) , e magari non possiamo modificarlo per vari motivi. Allora potremmo attuare tutte le strategie possibili come cambiare il colore della porta, mettere dei sonagli per il vento o collocare una pianta in ingresso ma potremmo pensare che non sia sufficiente.

Ebbene possiamo sempre fare ricorso alla nostra attitudine mentale. Perché la vibrazione mentale della fortuna e dell’abbondanza sarà così forte da attrarle indipendentemente dalle condizioni del nostro ingresso. Al contrario non ci sarà feng shui che funzioni se non bandiamo dalla nostra mente i pensieri della miseria, della sfortuna, e della scarsità. La nostra mente è uno strumento meraviglioso e ha sempre l’ultima parola.

 



 

Riccardo Rosignoli – Feng Shui Consultant

Per chi volesse approfondire questo interessante discorso, potete ricevere ulteriori informazioni contattandomi alla seguente mail:

riccardorosignoli@gmail.com

Potrete richiedere informazioni ed avere un programma adatto per le vostre esigenze.





Iscriviti alla nostra Newsletter. È semplice, gratis, e rimarrai connesso con il mondo della meditazione e della pace interiore. Riceverai ogni giorno un pensiero su cui riflettere, e questo ti aiuterà a ricordarti quanto sia importante lavorare su te stesso. La meditazione inizia da qui.

 

Geomanzia tibetana e il mandala - Capitolo 7 ultima modifica: 2018-04-21T09:37:18+00:00 da Webmaster